Tag Archives: Woody Guthrie

FullSizeRender

Tinissima 4et tra Woody Guthrie, Monk’n’Roll, Special Edition: i prossimi concerti

Francesco Bearzatti è senz’altro un innovatore, un’ artista che conosce profondamente la tradizione jazzistica ma che con coraggio da pioniere la proietta in originali e vincenti formule stilistiche, spinto da ardore romantico e profondo entusiasmo verso le sue inesauribili passioni. 10 anni fa  insieme a Giovanni Falzone, Danilo Gallo, Zeno De Rossi, artisti tra i più talentuosi della scena musicale jazz italiana, fondavano il Tinissima 4et, nome ispirato alla fotografa e attivista Tina Modotti, a cui hanno dedicato il loro primo disco nel 2008, SUITE FOR TINA MODOTTI; fin da subito, si sono presentati al pubblico con un profilo ben definito ed il dichiarato intento di  superare le consuetudini ed i confini  tra un genere ed un altro, coniando con sapienza e metodo  un nuovo stile, forgiato dai  4 distinti background di ognuno, i loro studi, le diverse attitudini ed esperienze sui più svariati tipi di palchi, ed immergendoli tra elementi riconoscibili di musica classica, jazz, rock, blues, punk e folk. I riconoscimenti non tardano ad arrivare e già dal secondo disco, X(SUITE FOR MALCOLM X) del 2010, fanno incetta di premi al Top Jazz guadagnandosi numerosi inviti da parte delle più prestigiose venue in Italia, in Europa e nel mondo. Guidati dalla loro vocazione al tributo di profili storici e rivoluzionari, quelli di personaggi memorabili che con coraggio hanno dedicato la loro vita a professare una loro personale ed inedita visione del mondo, hanno suggellato i propri successi negli anni a venire, con l’adrenalinico MONK’N’ROLL nel 2013, dedicato al genio musicale di Thelonious Monk , seguito da THIS MACHINE KILLS FASCISTS del 2015, in tributo al cantautore Woody Guthrie per arrivare poi all’ultimo  TINISSIMA SPECIAL EDITION del 2016, un compendio su disco che raccoglie i 10 anni di carriera della formazione.

 

Prossimamente, il Tinissima Quartet sarà in giro per l’Italia con diversi suoi progetti tra cui MONK’N’ROLL, che se non ha mai spento l’interesse e l’entusiasmo dal 2013, anno di uscita del disco, quest’anno riceve un’ attenzione duplice in decorrenza del centenario dalla nascita del geniale compositore Thelonious Monk; proseguono poi anche i concerti dedicati a WOODY GUTHRIE,  e per finire non mancherà il live dedicato ai 10 anni della loro formazione in SPECIAL EDITION.

 

VISITA IL CALENDARIO PER INFORMARTI SUI PROSSIMI CONCERTI

 

6 Maggio 2017

20:30

Francesco Bearzatti Tinissima 4et

This Machine Kills Fascists

Lana (BZ)

Lana Meets Jazz Festival

 

31 Maggio 2017

21:00

Francesco Bearzatti Tinissima 4et

This Machine Kills Fascists

Treviso

Treviso Suona Jazz Festival

 

1 giugno 2017

21:00

Francesco Bearzatti Tinissima 4et

Monk’N’Roll

Correggio (Re)

Teatro Asioli – Correggio Jazz

 

30 Giugno 2017

21:00

Francesco Bearzatti trio feat. Emmanuel Bex e Roberto Gatto

Dear John – Open Letter to Coltrane

Forlimpopoli

Artusi Jazz Festival

 

5 Luglio 2017

21:00

Francesco Bearzatti trio feat. Emmanuel Bex e Roberto Gatto

Dear John – Open Letter to Coltrane

Udine

Udin&Jazz Festival

 

7 Luglio 2017

21:00

Francesco Bearzatti Tinissima 4et

Monk’N’Roll

Roma

Complesso del Vittoriano

 

11 Agosto 2017

21:30

Francesco Bearzatti Tinissima 4et

This Machine Kills Fascists

Berchidda

Piazza del Popolo – Time in Jazz

 

12 Agosto 2017

18:00

Francesco Bearzatti

Francesco Bearzatti solo

Bortigiadas

Chiesa di San Nicola

 

19 Agosto 2017

21:00

Francesco Bearzatti Tinissima 4et

Tinissima Special Edition

Grosseto

tba

 

Calendario

 

 

 

 

L1000774

In the court of Mr. Dave Douglas! Tinissima 4et al Bergamo Jazz festival il 23 Marzo 2017

Bergamo Jazz inonda la città di musica
Effetto Douglas: mix di «stelle» e giovani

Molte le novità della 39esima edizione di una delle rassegne musicali più longeve e apprezzate della scena nazionale. Dal 19 al 26 marzo. Un cast di «stelle» che suoneranno non solo al Donizetti e al Sociale ma anche alla Carrara, alla biblioteca Mai e naturalmente in strada. Ampio spazio ai giovani musicisti selezionati da Tino Tracanna.

Dal 19 al 26 marzo 2017 torna uno degli eventi musicali più amati della Città. Torna Bergamo Jazz, per la seconda volta affidato alla Direzione Artistica del musicista americano Dave Douglas, ad ulteriore testimonianza del respiro internazionale che da sempre è nel Dna del Festival. Molte le novità che si preannunciano per l’edizione 2017, la trentanovesima di un festival che, pur nel cambio di denominazione e di gestione organizzativa che l’hanno traghettata dagli anni Settanta a oggi, rimane un punto di riferimento per gli appassionati bergamaschi e non solo, rispecchiando nel corso del tempo la vitalità di una musica che non perde di attualità senza mai dimenticarsi del proprio passato. Organizzato da Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo e Servizi Teatrali – Teatro Donizetti, Bergamo Jazz si appresta, dunque, ad addentrarsi con ancora maggior determinazione nel tessuto della propria città, grazie a numerose iniziative che vedono l’apporto di altrettante importanti realtà culturali ed economiche territoriali.

Jazz al Sociale
Entrato da qualche anno nel novero delle principali location di Bergamo Jazz, il Teatro Sociale ospita due appuntamenti. Giovedì 23 marzo (ore 21), doppio concerto con l’OriOn triO del batterista Rudy Royston e con il Tinissima Quartet del sassofonista Francesco Bearzatti. L’americano, uno dei batteristi attualmente più quotati, presenterà il suo nuovo album Rise of Orion insieme al sassofonista Jon Irabagon e al bassista Yasushi Makamura, mentre il musicista friulano proporrà i brani di This Machine Kills Fascists, tributo a Woody Guthrie e alla canzone di protesta americana, insieme ai suoi abituali partner, il trombettista Giovanni Falzone, il bassista Danilo Gallo e il batterista Zeno De Rossi.

Giovedì 23 marzo 2017 ore 21,00

Rudy Royston OriOn TriO;

con Jon Irabagon (sax tenore e soprano) Yasushi Nakamura (contrabbasso)

Francesco Bearzatti Tinissima Quartet;

con Giovanni Falzone (tromba) Danilo Gallo (basso elettrico, elettronica) Zeno De Rossi (batteria).

Fonte: Eco di Bergamo